Promuovere, destagionalizzare, diversificare, internazionalizzare, sono queste le parole chiave che toccano nel vivo gli interessi degli operatori e delle località turistiche. Per dare concretezza è necessario applicare un’appropriata conoscenza dei principi del marketing, delle sue strategie di impostazione e delle sue tecniche di applicazione, in un settore complesso e competitivo come quello turistico.

La nostra consulenza nel settore del turismo prevede di innescare cicli di sviluppo tematizzati, dopo una attenta analisi dei percorsi distributivi da creare, da consolidare e da fidelizzare, alleanze settoriali complementari e territoriali per pianificare una strategia con interventi nell’area del marketing, del controllo di gestione e nell’area organizzativa.

Come tanti altri settori dell’economia anche questo sistema ha cambiato molto negli ultimi anni, ci sono state due rivoluzioni che hanno determinato il cambiamento; una tecnologica, l’altra logistica.

Un nuovo modo di promuovere il turismo

Le nuove tecnologie hanno cambiato la comunicazione. Alcuni anni fa il turismo passava attraverso un sistema di passaparola tra persone che avevano visitato una certa località, o che avevano goduto di certe bellezze e  suggerendo di andarle a visitare ad amici e conoscenti.

Oggi tutto il sistema è diverso, è molto più industrializzato, è molto più dipendente dalla capacità di attrazione via marketing, e l’innovazione tecnologica in questo settore svolge un ruolo importante e di grande cambiamento.

Il mondo del Web, dei Social Network e dell’interattività, ha sostanzialmente cambiato il modo di fare turismo, introducendo una logica comportamentale diversa da quella del passato.

I siti e i Social Network, che hanno la forza dell’interazione C2C e C2B, giocano un ruolo rilevante perché permettono un trasferimento online immediato dei servizi e hanno una forte funzione di opinion leader e hanno un ruolo di supporto allo sviluppo turistico anche locale attraverso la capacità di coordinamento delle idee. Hanno uno stimolo a far cogliere gli aspetti di differenziazione delle diverse realtà turistiche.

La rivoluzione del Low Cost

Parallelamente all’applicazione delle nuove tecnologie è emersa la rivoluzione del low cost che ha cambiato completamente i paradigmi di riferimento della logistica; nell’accezione precedente il turista sceglieva la propria destinazione e poi studiava i mezzi per arrivarci. Oggi sceglie la compagnia, la Ryanair di turno è la scelta primaria: è “Ryanar” che ha in mano il mercato e smista e decide le proprie destinazioni.

Quindi cambiano i punti di riferimento, cambiano le priorità. Per competere rispetto a questa evoluzione del sistema è necessario mettere in campo la propria capacità relazionale nel mondo digitale e nelle alleanze aperte a una trasversalità settoriale capace di ottimizzare la valenza del sistema turistico.

Il turista in qualche modo dimostra di essere più innovatore dell’operatore turistico. Si informa in maniera sempre più rapida, utilizza i numerosi strumenti che il mondo digitale gli mette a disposizione, sa cosa vuole e come cercarlo e mette a confronto beni e servizi. Il turista è sempre più informato, innovatore e impaziente.

Il turismo basato sul territorio

Ogni territorio ha delle possibilità diverse che devono essere sfruttate.

Per quanto riguarda le località marittime, per esempio, per competere sul mercato internazionale vi è la necessità di incrementare i flussi nei periodi di bassa stagione, puntando su segmenti di nicchia (Bike – Cultura – Fede – Enogastronomia – Eventi) ed esperienze legate al wellness; di consolidare le presenze in luglio e agosto; di consolidare i flussi di turisti stranieri dai mercati maturi e incrementare i flussi dai mercati cosiddetti “emergenti”; di innovare il prodotto turistico nella qualità dei servizi e di favorire il ricambio della clientela, attraendo nuovi target.

Tali obiettivi possono essere perseguiti attraverso un rinnovo della propria offerta specifica puntando al miglioramento qualitativo dei servizi: una promozione profilata più intensa e frequente orientata ai target aggregati e soprattutto una creazione di un tavolo di lavoro finalizzato ad una aggregazione nella filiera commerciale con gli stakeholder istituzionali ma soprattutto privati (organizzatori di eventi locali, industrie, artigiani, associazioni culturali etc).

L’obiettivo è il coordinamento delle azioni promozionali, integrandosi con prodotti complementari riferiti alle vacanze attive (cicloturismo, turismo naturalistico e il trekking, turismi di scoperta economica, enogastronomico etc.)

Contattaci!

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Come si chiama la tua azienda?

Il tuo messaggio

Autorizzo il trattamento dei dati personali secondo le disposizioni della Privacy Policy

I CASI DI SUCCESSO

Rete d’impresa turistica
BeeLAB Società Cooperativa
Piano di marketing turistico aggregato
Consorzio Abruzzo Promotion
Progetto di marketing turistico
Italia Vacanze
Progetto di modernizzazione e riposizionamento sul mercato come Temporary Manager
Abruzzi Socialturist spa
Promozione del territorio attraverso attività di animazione e di ospitalità legata agli itinerari turistici enogastronomici e di scoperta economica, e integrata da “business game” (torneo di golf) e operazioni di “matching” tra imprenditori dei due territori.
Progetto “Udine chiama Torino``
Avvio di un processo di relazionalità tra il mondo economico del Friuli Venezia Giulia e il territorio locale, offrendo servizi di ospitalità funzionali al turismo e all'impresa stessa
Progetto Turismo Industriale 1
Creazione del circuito turistico industriale con le imprese che diventano meta turistica nell’area del design (Calligaris, Snaidero, Fantoni, Tonon, Moroso, Le Ville Plus), del food (Dall’Ava, Delser, Wolf, Birra Castello, Gubane Giuditta Teresa) e dell’archeologia industriale (T&T, Tonutti e Saf)
Progetto Turismo Industriale 2
Consulenza direzionale nell’area del controllo di gestione
Hotel San Marco Lignano Sabbiadoro
Organizzazione evento “incontro con il personaggio sotto l’ombrellone”, ospite l’allenatore di pallacanestro del Baskonia Vitoria Caja Laboral DUSKO IVANOVIC.
Grado Impianti Turistici
Organizzatore di un progetto di ospitalità integrato con lo sport in Friuli Venezia Giulia che ha coinvolto studenti delle seguenti università: Florida State, Nevada, Washington State, Iowa, Loyola Marymount, Texas, New York e Townsville University dall’Australia.
Dream Team Tour Operator
Consulenza direzione per lo start up d'impresa.
Country Resort a Sedegliano
Ideatore dei progetti di animazione estiva
Consorzio Forni di Sopra

SCOPRI I NOSTRI SERVIZI